SPEDIZIONE GRATIS PER ACQUISTI SUPERIORI A 50€ SCOPRI
Naviga
Ecco il tuo carrello

Concorso “Divina Colomba”: le regole per una colomba pasquale (veramente) artigianale

Specchio delle mie brame, qual è la colomba pasquale più buona del reame? Entra nel vivo il concorso nazionale «Divina Colomba» che anche quest’anno eleggerà la colomba artigianale più buona del 2021. 

Due le categorie in concorso: migliore colomba tradizionale e migliore colomba creativa. In entrambi i casi il disciplinare è chiaro e inderogabile: le colombe inviate da tutta la Penisola dovranno essere rigorosamente “artigianali”. 

divina colomba

Quando un lievitato può dirsi davvero «artigianale»?

La colomba pasquale deve essere certamente buona, ma anche genuina. Le regole di «Divina Colomba» sono chiare: i pasticcieri partecipanti devono fare uso solo di lievito madre e canditi senza anidride solforosa. Vietato anche l’utilizzo di conservanti, emulsionanti, mono e digliceridi, oltre a coloranti o aromi artificiali.

Anche la scadenza breve di un lievitato è garanzia di artigianalità. Lo sanno bene le mamme: un dolce preparato in casa non si può conservare a lungo, né potrebbe stare addirittura per mesi sugli scaffali di un supermercato. «La breve conservazione di un lievitato - conferma il maestro Salvatore Verdesca - è garanzia di artigianalità di un prodotto privo di conservanti». 

divina colomba concorso nazionale

 

Non tutti i lieviti sono "vivi"

Verdesca, pugliese, titolare del laboratorio di Spazio Verdesca, è uno dei pasticceri emergenti in Italia nel settore lievitati. Sua è la ricetta della Colomba Molfettone (www.molfettone.com), preparata con lievito madre vivo (cioè naturale al 100% e non liofilizzato), fichi freschi pastorizzati, gocce di cioccolato fondente e senza lattosio, con olio extravergine di oliva al posto del burro.

Intanto, i giudici sono già alle prese con gli assaggi di tutte le colombe pasquali in gara per individuare le migliori 20 colombe artigianali che se la giocheranno in finale.

La giuria (composta solo da esperti del settore) attribuisce dei punteggi in base a specifiche caratteristiche delle colombe: rispetto del disciplinare, peso (tolleranza di 100 grammi in eccesso e 30 grammi in difetto, compreso il pirottino), quantità di frutta, gusto, forma, sofficità, profumo, alveolatura, taglio, cottura.

Quale sarà la divina colomba del 2021?